2° Tappa Valida per Raid TT-Nicola Quinto-Campionato Italiano Motorally

29/30 aprile e 1º maggio.

Questa è la prima prova valida per il Raid TT e in concomitanza seconda e terza prova Campionato Italiano Motorally.
 
Per la prima volta il raid TT diventa itinerante, da Fiano Romano città alle porte di Roma, parte il primo raid TT del 2018 verso Aielli, un campionato, il Raid  TT nel campionato!
 
La carovana di tutti mezzi di assistenza e della orga si sposta all’unisono per seguire i piloti che numerosi sono accorsi all’evento complice il po del primo maggio.
 
Per me, questa tappa, diventa più impegnativa del solito in quanto il sabato tutto il giorno e sopratutto alla sera ho presenziato ad un addio al celibato di un terronaccio al quale non potevo assolutamente mancare e così, accompagnato dal fido Claudio, son partito alle 00.30 per arrivare a Fiano alle 5.20 della mattina….. inutile dire come ero messo in moto questa giornata….. farcela sarebbe stato già un successone.
 
La moto fortunatamente era già pronta perché il mio grande amico Giorgio si è prodigato per portarmi giù la moto col camper e provvedere a tutto il necessario come verifiche e preparazioni varie per permettermi di partire senza problemi la domenica mattina.
 
Ovviamente a loro due, Claudio e Giorgio, un grandissimo grazie.
 
E ora veniamo a noi, la tappa di oggi domenica 29 aprile, prevedeva un totale di 288 km da Fiano Romano ad Aielli con due prove speciali una da 32 e una da 26km
 
Il trasferimento davvero bello, panorami fantastici colline a perdita d’occhio, una timida neve rimane ancora sulle vette Abruzzo-laziali e il cielo a tratti terso e a tratti leggermente velato riempie il panorama di un magico tepore!
 
Trasferimento a tratti veloce con piste solcate dalle ruote dei trattori e pietre che spuntano da ogni dove.
 
La prima speciale purtroppo viene annullata a causa della presenza di gente nel tracciato di gara, davvero un peccato perché era una bella speciale veloce e navigata come piacciono a me. Molto sottobosco con navigazione fitta senza pause intervallata da piste veloci e pietrose di montagna.
Nonostante il sole al mattino presto e la temperatura che si stava presto alzando, arrivati in montagna in zona Abruzzo le cose sono drasticamente cambiate, nuvole e qualche goccia di pioggia hanno fatto scendere di molto la temperatura.
 
La seconda speciale praticamente quasi tutta su tratti molto enduristici. Single track con pietre e sassi, una navigazione semplice se non per un pezzo di navigazione fuori pista sulla cima di una collina che ha portato molti in errore.
 
Insomma una bella massacrante tappa oggi per un totale di 288 km totali
 

30 aprile 2’ giornata RAID TT

Tot 203km
 
Oggi si parte da Aielli e si gira qua attorno, panorami esageratamente belli, boschi fatati e sentieri mai visti, ingredienti di una giornata bellissima, a parte le pietre.
Si perché se pensavo che in Toscana ci fossero tante pietre …. qua ci sono solo pietre…..e …. “qualunque cosa fai sempre pietre in faccia prenderai”!!
 
Prima speciale di 26 km molto enduristica, single track, tratti cortissimi ma con molte pietre come fossero piccole trialere da scavalcare, navigazione tutto sommato scorrevole ma degna di molta attenzione a causa dei moltissimi bivi presenti. Quasi tutto il tracciato in montagna con un bellissimo sole ed una temperatura gradevole.
 
Il trasferimento dopo la prima speciale è stato spettacolare, siamo passati sulla cresta di un altopiano, eravamo sul tetto del modo e fermarsi per testimoniare il luogo era d’obbligo!
 
Tornati all’assistenza per un breve rifornimento una piccola messa a punto alle moto e alla pancia… “che fame”… via per la seconda speciale.
 
Un trasferimento che ripercorreva in parte quello del giorno prima è stato fatto per arrivare al Co della partenza della seconda prova selettiva che era di 31 km.
 
Più che una prova di motorally direi che si sia trattato di una gara di enduro, poche note e per lo più di indicazioni di pericolo.
Abbiamo fatto un pezzo di Single track con tratti di hard enduro di circa 3 km, moltissime le pietre piantate nel settore che da una parte si affacciava verso una scarpata e che ben tre volte ho rischiato di misurare. Dopo questo tratto ci siamo potuti sbizzarrire col gas in un pezzo di sottobosco dove c’era un terreno con un grip esagerato e anche qua una navigazione molto semplice. Successivamente abbiamo fatto altri tratti hard, dapprima un tratto in discesa stile Downhill, molto tortuoso con tantissime pietre sia piantate che non e con tornantini molto stretti da far fatica a girare la moto.
 
In tutta la speciale io e il buon Poletti ci siamo divertiti a darcele di santa ragione, lui nel misto stretto io nel veloce era un continuo sorpassarsi, e dal canto mio ridendo sotto il casco, che bagarre…!
 
Dulcis in fundo, una bella mulattiera con lunghe lastre di pietra nell’ultimo tratto di speciale dove a causa della chiusura dello sterzo ho puntato una roccia che spuntava dal costone di destra, avvertivo già il dolore al ginocchio dalla botta ma fortunatamente la botta è stata attutita dallo scarico che oltre ad essersi rovinato si è staccato dal cilindro.
Dato che eravamo alla fine della tappa ho preferito proseguire piano, sembrava un fifty top con l’80cc ed il carburatore del 21 dal casino che faceva.
Una volta finita la speciale con l’aiuto di un paio di martelli lo scarico è andato a posto.
 

1 maggio 3º giorno RAID TT

 
Tappa corta oggi solo 140 km ma con 85 di speciale con l’assistenza a metà chilometraggio con una neutralizzazione di 20 minuti.
 
Partito con calma alle 9.30 (il bello di non arrivare mai troppo avanti….!) ci siamo trovati tutti alla partenza della speciale in quanto pareva che sul percorso ci fossero ostacoli posticipando di fatto la tabella di marcia.
 
Il tracciato di oggi benché lungo riprendeva una serie di settori già affrontati il giorno precedente con la difficoltà ed il rischio di confondersi con le tracce fresche.
 
Speciale inizialmente partita in montagna, ci si è subito diretti sui soliti single track con pietre piantate, dove personalmente ho chiuso il gas per lasciare spazio al buon senso.
Successivamente abbiamo affrontato qualche pista molto sassosa e scivolosa scendendo più a valle, moltissime discese ripidissime e piene di rocce, del sano fuoripista con navigazione complessa e di nuovo del single track.
 
Dopo l’assistenza ha iniziato a piovere, niente di che ma il terreno già di per sè scivoloso per via dei sassi, con l’acqua non ha certo aiutato in certi tratti.
 
In sintesi questi tre giorni di Raid TT sono stati davvero spettacolari, non c’è che dire, la gente del posto favolosa, il cibo fenomenale, i paesaggi stupendi complice anche il meteo con un bel sole dei primi due giorni.
 
Personalmente non mi è piaciuto troppo la maggior parte del percorso che ritengo un filo complesso per questa disciplina, la navigazione apparentemente semplice veniva resa complessa dalla fatica e difficoltà di certi tratti. Certo non parlo da pilota ma da amatore pertanto ciò che dico può essere molto semplicemente smontato in un attimo, questa è solo una opinione personale.
 
Infine se non fosse stato per Giorgio che mi ha portato giù il camper e la moto e Claudio che mi ha seguito come assistente meccanico e autista da Fiano Romano ad Aielli, questa gara non l’avrei mai potuta fare quindi davvero grazie ragazzi!!
 
E come sempre grazie a
Tutti i miei sponsor!!!
 

Nota importante, se capitate ad Aielli Vi consiglio vivamente il ristorante “al Castello” davvero fenomenale!

By | 2018-05-31T22:04:25+00:00 maggio 31st, 2018|Campionato Italiano MotoRally 2018, Nicola Quinto, Piloti, Rally|Commenti disabilitati su 2° Tappa Valida per Raid TT-Nicola Quinto-Campionato Italiano Motorally